ITINERARIO IN GHANA TOGO BENIN: DIARIO DI VIAGGIO E FOTO PER LOCALITA' VISITATA

Porto vecchio di Accra Ghana: il mercato dell'artigianato di Accra e l'antico porto <<-- VAI
Accra è una grande metropoli africana che negli ultimi decenni ha conosciuto uno sviluppo esponenziale. Punto di partenza e di arrivo per molti tour in Africa Occidentale, la città offre un interessante mix tra modernità e tradizioni, con antichi mestieri che vedono impegnati artigiani e commercianti.
Ponte di corda sospeso Ghana: il castello di Elmina ed il ponte di corde sospeso a Kakum <<-- VAI
Elmina, non lontano da Accra, ospita un antico castello di origine coloniale che nella storia più recente è stato protagonista del triste capitolo sulla tratta degli schiavi, mentre il parco nazionale di Kakum è stato istituito per proteggere una foresta con alberi secolari enormi, che possono essere visti dall'alto grazie ad uno dei ponti di corda più lunghi del mondo.
Mercato africano Ghana: il mercato di Kumasi ed un funerale tradizionale Ashanti <<-- VAI
Capitale del regno degli Ashanti, Kumasi, nel cuore del Ghana, offre uno sguardo nella cultura di questo interessante popolo, tra grandi mercati all'aperto, palazzi reali, feste e cerimonie funebri piuttosto inusuali per un occidentale.
Festival akwasidae in Ghana Ghana: la festa Akwasidae con la celebrazione dei funerali della regina <<-- VAI
Il festival Akwasidae si svolge all'inizio di ogni mese Ashanti, approssimativamente ogni 6 settimane, per onorare i propri antenati e per ringraziare ed omaggiare il re. La cerimonia Akwasidae che si è tenuta il 3 dicembre 2017, data di questo reportage, è stata abbinata alla commemorazione della regina scomparsa un anno prima e prevedeva l'abbigliamento a lutto per tutti i partecipanti.
Scimmia Mona Ghana: in viaggio tra foreste con scimmie sacre e piste di polvere rossa <<-- VAI
Escursione nella foresta sacra popolata dalle scimmie Monas e Colobus venerate dalle popolazioni locali, prima di addentrarsi tra le polverose pista della savana nel Ghana centrale, attraversando il fiume Volta a bordo di una chiatta.
Villaggio rurale in Ghana Ghana: le minoranze etniche tra i villaggi rurali della savana <<-- VAI
Il popolo Dagomba e Konkoba è conosciuto per la particolare struttura dei loro villaggi, fatti di case in argilla dalla forma rotonda se abitate da una donna. Visiteremo un villaggio dove le donne accusate di essere streghe sono costrette ad un esilio a vita, per evitare di essere uccise.
Danza del Fuoco Togo: la danza del fuoco a Sokodé <<-- VAI
Sokodé è una città del Togo conosciuta per la particolare confidenza che alcune persone hanno con il fuoco. Sarà magia o resistenza al dolore? Sta di fatto che il fuoco viene maneggiato, passato sul corpo e messo addirittura in bocca con la massima naturalezza, tradizione che deriva dalla necessità di poter prestare soccorso durante gli incendi, dove non esistono pompieri o idranti.
Villaggio Kabye Togo: le minoranze etniche tra villaggi remoti e antichi mestieri <<-- VAI
A causa dell'isolamento, il popolo Kabye del Togo settentrionale si è dovuto organizzare per essere totalmente autosufficiente, così, nei piccoli villaggi con le case di argilla, non è raro trovare artigiani che producono utensili di ferro, vasellame, birra e quant'altro necessario per la comunità.
Case fortificate di argilla Togo: le case di argilla fortificate nel nord <<-- VAI
Le case fortificate sono nate durante il periodo della tratta degli schiavi, per potersi difendere meglio durante i rastrellamenti di persone da vendere, ordinati dalle potenti famiglie reali che regnavano in Africa Occidentale. Una casa fortificata ha l'aspetto di un castello in miniatura e funzionava da abitazione, da magazzino e da fortezza.
Volto scarnificato Benin: il nord tra castelli di argilla e tribù che praticano la scarnificazione <<-- VAI
Analogamente al Togo, anche in Benin esistono i castelli di argilla, vere e proprie fortezze in miniatura utilizzate come abitazione e magazzino. Tuttavia il popolo Somba del Benin che vive in queste strutture, si distingue particolarmente anche per la scarnificazione del volo, pratica iniziatica che permette di dimostrare coraggio, nonché la tribù di appartenenza.
Villaggio Taneka Benin: viaggio tra le minoranze etiche dei villaggi Taneka<<-- VAI
I remoti villaggi Taneka, nel Benin settentrionale, sono un'occasione per scoprire qualcosa di più sulla cultura e sulle tradizioni di questo interessante popolo, composto da un mix di etnie che vivono pacificamente insieme e che sono riconoscibili in base alla scarnificazione del corpo.
Maschere Egun Benin: la collina sacra di Dassa e le maschere Egun <<-- VAI
A Dassa non può mancare una visita alla Collina dei Principi con i suoi altari voodoo, luogo dove vengono svolti i funerali dei componenti delle famiglie reali. Con un pizzico di fortuna, o facendo coincidere il viaggio con date ben precise, ci si può imbattere nelle maschere Egun: spiriti di persone morte che sono tornate in Terra per risolvere i problemi della comunità.
Festival in maschera in Benin Benin: il festival delle maschere Gelede<<-- VAI
Il festival delle maschere Gelede in Benin celebra gli spiriti della Madre Terra ed è di buon auspicio per la fertilità dei campi e delle persone. La cerimonia si svolge in un tripudio di suoni e di colori, con costumi che ricoprono totalmente che li indossa e senza evidenti fori per gli occhi.
Ganvie Benin: la città su palafitte di Ganvié e la tratta degli schiavi a Ouidah <<-- VAI
Ganvié è una delle città su palafitte più grande e popolosa del mondo, dove la vita si svolge interamente sull'acqua e dove ci si sposta solo in barca. Poco distante, Ouidah è la capitale mondiale della religione voodoo, ma offre anche raccapriccianti testimonianze sulla tratta degli schiavi.
Rito Vudu Benin: i rituali Vudù tra falsi miti e realtà <<-- VAI
Come si svolge un rito vudù? E' quello che cercheremo di capire visitando un remoto villaggio in Benin, in particolare assistendo ad un rituale vudù abbinato ad un funerale. Il sacrificio di un pollo, la preparazione dell'offerta per la divinità, le danze ed i successivi riti, cercando di capire anche quali falsi miti abbiamo noi occidentali relativamente a queste pratiche.
Rituale Vudu Togo: le cerimonie voodoo nei villaggi remoti<<-- VAI
In un villaggio del Togo non lontano dalla capitale Lomé, ma non segnato sulle carte geografiche, assisteremo ad un rituale vudù dove le persone cadono in trance possedute dagli spiriti. Incontreremo anche il guaritore del villaggio che basa le sue terapie anzitutto sulla cura dello spirito, confezionando amuleti e feticci consacrati attraverso specifici riti voodoo.
Mercato dei feticci di Lome Togo: la capitale Lome con il suo mercato voodoo dei feticci <<-- VAI
Lome, popolosa capitale del Togo, offre un mix tra tradizione e modernità, dove la recente piazza dell'Indipendenza si contrappone al mercato dei feticci dove i fedeli acquistano tutto ciò che occorre per svolgere riti vudù e per confezionare amuleti.