Passaggio a Nord Ovest
Spedizione in kayak ad Ellesmere nell'artico canadese

Agosto 2004

° ° °

Itinerario del viaggio in Nunavut | Informazioni tour Nunavut | Foto artico canadese
Contatti e Copyright | In english please

° ° °

MAPPA DEL TOUR NELL'ARTICO CANADESE

Itinerario del viaggio sull´isola Ellesmere nel Nunavut

° ° °

INFORMAZIONI SUL NUNAVUT E SULL'ISOLA DI ELLESMERE: CONSIGLI E GUIDA DI VIAGGIO

Lo scopo principale di questa spedizione nell'artico canadese e' stato quello di esplorare un'area di Alexandra Fiord e Kane Basin sull'isola di Ellesmere, nell'estremo nord dello stato del Nunavut, a cavallo del 79esimo parallelo. Durante la brevissima estate polare, il kayak e' il mezzo di trasporto ideale, in quanto permette di coprire grosse distanze senza la necessita' di doversi portare in spalle zaini estremamente pesanti contenenti tenda, viveri e tutto il resto. Normalmente veniva montato un campo in un'area diversa ogni 1-2 giorni, esplorando la terraferma con passeggiate di 2-8 ore e portando con se solo uno zainetto leggerissimo, con il minimo indispensabile per l'escursione stessa. Il campo veniva quindi spostato caricando tutto nei minuscoli vani presenti nei kayak. L'intero viaggio presentato in questo reportage si svolge dal 31 Luglio al 23 Agosto 2004 (voli intercontinentali compresi), con permanenza nell'artico dal 5 al 19 Agosto. Il viaggio offre la possibilità di visitare anche altre città del Canada da dove partono i voli in coincidenza per il Nunavut.



COSA FARE E COSA VEDERE SULL'ISOLA DI ELLESMERE?

Benche' dominata da una natura ingrata e violenta, l'isola di Ellesmere e' un luogo estremamente interessante per i resti archeologici lasciati dagli antichi Eschimesi, nonche' per la flora e la fauna rappresentata da molte diverse forme di vita altamente specializzate ed uniche al mondo, le quali riescono a sorridere ad un inverno che non si arrende mai del tutto, neanche in pieno Agosto. Il sole di mezzogiorno presente anche a mezzanotte, permette di ottimizzare gli spostamenti senza la necessita' di guardare l'orologio, infatti può succedere abbastanza spesso che ci si sposta di notte e si dorme di giorno, in funzione del meteo o delle maree. Un viaggio ad Ellesmere è pertanto particolarmente indicato agli amanti della natura e dei paesaggi estremi, che desiderano esplorare luoghi fuori dalle normali rotte turistiche e visitati ogni anno solo da una manciata di turisti particolarmente avventurosi. I viaggi attualmente offerti per questa singolare destinazione sono generalmente trekking di 10-15 giorni tra il paesaggio spettacolare dominato da maestosi ghiacciai e calotte polari, oppure tour in kayak tra le calme acque dei fiordi pieni di iceberg e lastroni di ghiaccio alla deriva.

COME ARRIVARE SULL'ISOLA DI ELLESMERE?

Raggiungere il Nunavut è particolarmente complesso ed estremamente costoso, fattori che rendono il viaggio non alla portata di tutti: al 2017, soltanto due compagnie aeree offrono voli schedulati: la First Air e la Canadian North. Generalmente, il villaggio dove il gruppo si incontra prima di raggiungere Ellesmere, è Resolute Bay (Qausuittuq "Il luogo senza aurora" in lingua Inuktitut) a sua volta collegato con voli bi-settimanali su Yellowknife (via Cambridge Bay) o su Iqaluit, la capitale di questo stato canadese. A loro volta, Yellowknife ed Iqaluit si raggiungono con voli più o meno giornalieri rispettivamente da Edmonton (in Alberta) e da Ottawa (Ontario), con qualche collegamento aggiuntivo da Montreal (Quebec). In ogni caso, per acquistare il volo dall'Italia a Resolute Bay, preparatevi a sborsare più o meno 7000 Euro (salvo rarissime offerte seciali) e non certo per volare in prima classe! Oltretutto, dal momento che i voli non sono giornalieri, è bene arrivare ad Edmonton o Ottawa almeno un paio di notti prima della partenza della coincidenza per il Nunavut, in quanto non vorrete perdere quest'ultima a causa di qualche ritardo... o magari di arrivare in una delle isole più settentrionali del mondo senza il bagaglio. Il volo da Resolute Bay all'isola di Ellesmere è charter ed è sempre compreso nel pacchetto di viaggio che acquisterete, sia esso un tour in kayak o sia esso un bel trekking in mezzo al nulla.



QUALE E' LA STAGIONE MIGLIORE PER VISITARE ELLESMERE?

Il periodo migliore per visitare Ellesmere corrisponde ai mesi di Luglio ed Agosto. Il mese di luglio è più indicato per i trekking, mentre Agosto è più idoneo per i tour in kayak, quando i fiordi sono più liberi dai ghiacci. Durante l'estate la temperatura media è intorno ai +5 gradi, senza apprezzabili variazioni tra giorno e notte, in quanto il sole splende per 24 ore consecutive. Tuttavia, le gelate non sono rare ed in funzione delle correnti fredde, mentre il vento, pressoché costante, fa percepire una temperatura più bassa di quella effettiva. Nubi e leggera pioggerellina sono piuttosto frequenti. Durante l'inverno, l'isola di Ellesmere piomba in una notte eterna che vede la temperatura scendere fin oltre i 40 gradi sotto zero per molte settimane consecutive.

E' MEGLIO SCEGLIERE UN TREKKING O UN TOUR IN KAYAK?

Se siete interessati ad andare sull'isola di Ellesmere ed avete già superato il problema non indifferente del budget richiesto, magari vi starete chiedendo se il viaggio è adatto al vostro fisico e se è meglio prenotare un trekking oppure una spedizione in kayak. Nel caso del trekking, bisogna essere fisicamente idonei a trasportare grossi zaini con tutta l'attrezzatura da campeggio, in quanto sul posto c'è assolutamente nulla e bisogna portare da fuori anche le stoviglie. Preparatevi pertanto a dover trasportare la tenda, il sacco a pelo, i viveri, la bombola del gas e, particolare non indifferente, i vestiti di ricambio. Per i tour in kayak vale ovviamente lo stesso discorso, ma tutto il bagaglio può essere trasportato dentro il kayak stesso, rendendo il viaggio virtualmente idoneo per chiunque. Il kayak scorre abbastanza facilmente sull'acqua e non è necessario avere braccia particolarmente potenti per pagaiare anche molte ore al giorno.

DOVE PRENOTARE UN TOUR PER L'ISOLA DI ELLESMERE?

La spedizione in kayak sull'isola di Ellesmere presentata in questo diario di viaggio, e' stata organizzata da Whitney & Smith Legendary Expeditions, agenzia non più operativa. Alternative diverse vengono però offerte da Black Feather. Data la logistica impressionante necessaria per organizzare il viaggio, per le distanze e l'isolamento, i prezzi delle spedizioni sono altissimi e superano frequentemente i 10.000 Euro (piĆ¹ il volo), in costante forte aumento di anno in anno.



° ° °

DIARIO DI VIAGGIO E FOTO ISOLA DI ELLESMERE IN CANADA

Nunavut In volo per Ellesmere via Cambridge Bay e Resolute Bay <<-- VAI
E' un viaggio lunghissimo, che implica uno scalo a Yellowknife, un cambio di aeromobile a Ikaluktutiak (Cambridge Bay) ed un pernottamento a Qausuittuq (Resolute Bay), prima del volo finale verso l'area prestabilita sull'isola di Ellesmere (Alexandra Fiord / Kane Basin) dove l'aereo atterra su una pista non preparata.
Kayak tra i ghiacci In campeggio sull' Isola di Ellesmere nel Nunavut (Canada) <<-- VAI
Il primo accampamento viene montato sull'isola di Skrealing, all'ingresso di Alexandra Fiord, dopo un breve attraversamento in kayak del fiordo stesso. L'isola e' molto interessante per i resti archeologici lasciati dagli antichi Eschimesi.
Campeggio isola Ellesmere Alla ricerca dei reperti archeologici lasciati dagli Eschimesi <<-- VAI
Si ritorna sull'isola di Ellesmere per montare un nuovo accampamento dove Alexandra Fiord finisce nella baia di Buchanan. Anche qui ci sono interessanti reperti archeologici, oltre alla possibilita' di osservare la flora e la fauna unica di questa isola ai confini del mondo.
Isola Ellesmere Continua il tour in kayak tra le gelide acque del Mar Glaciale Artico <<-- VAI
Si procede ulteriormente verso l'esterno di Alexandra Fiord, verso un fiume di origine glaciale. Dal campo base viene effettuata una entusiasmante passeggiata di circa 8 ore verso un ghiacciaio che sfocia in un lago semi-congelato.
Ossa di animali Esplorando la piccola isola di Skrealing a largo di Ellesmere <<-- VAI
In 7 ore quasi ininterrotte di kayak, si ritorna verso l'interno di Alexandra Fiord, montando il campo base in un'altra zona dell'isola di Skrealing. In quest'area ci sono molte sterne e molte pernici artiche, oltre ad una vasta gamma di reperti archeologici di vario genere.
Isola di Ellesmere Escursioni in kayak e trekking isola di Ellesmere <<-- VAI
Si continua verso nord, a cavallo del 79esimo parallelo, verso la parte opposta di Alexandra Fiord. Con una passeggiata di diverse ore, raggiungo la morena del ghiacciaio principale che copre l'isola di Ellesmere.
Papavero artico Il tour di Ellesmere volge al termine e si torna indietro con i kayak <<-- VAI
L'avventura sta volgendo al termine e quindi si ritorna indietro verso Alexandra Fiord, dove il twin otter puo' atterrare in sicurezza sulla stessa superficie utilizzata per arrivare. La distanza e' notevole e si decide di fare una tappa intermedia.
Ghiacciai Il gruppo raggiunge l'avio-superficie di Ellesmere dove il tour era iniziato <<-- VAI
Oggi si ritorna in prossimita' dell'avio-superficie di Alexandra Fiord, da dove il tour era iniziato. Con una breve passeggiata di 4 ore si raggiunge Twin Glacier (ghiacciai gemelli), fino quasi a toccarli.
Resolute Bay In volo per Qausuittuq (Resolute Bay) e tour del villaggio <<-- VAI
Il twin otter arriva puntuale ad Alexandra Fiord e riporta il gruppo a Qausuittuq (Resolute Bay) dove e' necessario un pernottamento prima di proseguire il viaggio verso sud. Approfitto per un breve tour di questo ultimo avamposto ai limiti del nulla.
Yellowknife In volo per Yellowknife e tour della città ai limiti dell'artico <<-- VAI
A Qausuittuq mi aspetta un lungo volo verso Yellowknife (con cambio di aeromobile a Ikaluktutiak), dove soggiorno per 2 notti prima di rientrare in Italia. Approfitto anche in questo caso del tempo libero per un breve tour di questa cittadina nel nord del Canada.
Contenitore Pelican Come trasportare la macchina fotografica sul kayak in sicurezza? <<-- VAI
In un viaggio cosi' avventuroso, dove non esiste la possibilita' di ricaricare le batterie e dove le memory card si riempiono velocemente, e' necessario dotarsi di strumenti adatti e di proteggere il tutto con appositi contenitori anti-shock a tenuta stagna.

° ° °