Cosa vedere a Delhi

India | Delhi

Grazie al suo aeroporto internazionale collegato con quasi ogni capitale del mondo, molti tour in India inizieranno proprio da Delhi, quindi perché non approfittarne per vedere le numerose attrazioni turistiche che la città offre?

DELHI: COSA VEDERE A NUOVA DELHI E NELLA VECCHIA DELHI

Delhi è la capitale dell'India ed una delle città più popolose del Paese, con alcune stime che parlano di oltre 20 milioni di abitanti. Sebbene Delhi si trovi fuori dal Rajasthan, la inseriamo comunque in questo diario di viaggio, in quanto il suo importante aeroporto internazionale è la base di partenza ideale per i tour in Rajasthan: Jaipur si trova infatti ad appena 6 ore di auto, con l'interessante opportunità di visitare il Taj Mahal strada facendo (molti turisti scelgono proprio questa soluzione invece di andare direttamente in Rajasthan prendendo una coincidenza aerea a Delhi).

Delhi è una delle città più antiche del mondo abitata con continuità da tempi immemorabili. Ospita molti monumenti dichiarati dall'UNESCO patrimonio dell'umanità, ma offre anche i tradizionali caotici bazar all'aria aperta dove si vende di tutto, oltre a templi, musei e negozi di souvenir specializzati in artigianato locale. Delhi è anche uno dei migliori luoghi in India dove provare la cucina indiana in uno dei tanti ristoranti raccomandati dalle guide specializzate.

Quindi, non consideriamo Delhi come una semplice tappa obbligata semplicemente perché ci fa scalo il volo, ma approfittiamone per visitare almeno le attrazioni turistiche più importanti. Le principali cose da vedere a Delhi sono:

Per visitare Delhi limitandosi alle attrazioni sopra elencate, occorre almeno un giorno e mezzo o due (eccetto il Taj Mahal che richiede almeno un giorno supplementare o due giorni se volete visitare anche Fatehpur Sikri). Tuttavia Delhi offre numerose altre attrazioni e tanti musei, che potrebbero richiedere svariati altri giorni per una visita completa: in realtà avrebbe senso fare un viaggio in India per vedere con calma già solo Delhi e le altre attrazioni turistiche entro poche ore di viaggio, senza necessariamente abbinare Delhi ad altre zone dell'India. Il modo migliore per visitare Delhi ottimizzando i tempi, è con una guida ed un'auto a disposizione durante la giornata (i costi non sono eccessivi se paragonati ad altre città del mondo, numerose agenzie permettono di prenotare l'escursione on-line, oppure ci si può rivolgere al concierge dell'hotel dove si soggiorna).

Il periodo migliore per andare a Delhi va da novembre a marzo, come per il resto dell'India del nord (tuttavia nei mesi invernali più freddi, si segnala la presenza di frequente nebbia).

Ma adesso vediamo un po' di foto di Delhi scattate durante il nostro tour nella città.

Jama Masjid Moschea a Delhi
Moschea del Venerdì
Il tour a Delhi inizia visitando la Jama Masjid, o Moschea del Venerdì, la principale moschea di Delhi. La costruzione risale alla metà del XVII secolo e si trova a Old Delhi, la grande piazza centrale può ospitare fino a 25.000 fedeli. I due minareti sono alti 40 metri e sono costruiti in pietra arenaria rossa con inserti in marmo bianco, come le cupole, il porticato e tutte le altre strutture.
Tuk tuk
Bazar
Bazar a Delhi
Motorisciò
Non lontano dalla moschea Jama Masjid, raggiungibile in pochi minuti di tuk tuk, c'è un vasto bazar che riempie decine di vicoletti, con bancarelle e piccoli negozi che vendono di tutto e dove le attività si svolgono molto freneticamente. particolarmente pittoresche sono le bancarelle che vendono le spezie, con i loro colori ed i loro profumi.
Incantatore di serpenti
Qua e la tra le vie di Delhi, non è raro imbattersi in incantatori di serpenti.
Forte Rosso Forte Rosso Delhi
Lal Qila

Il tour a Delhi continua visitando quella che forse è l'attrazione più importante in città: il magnifico Forte Rosso di Delhi, o Lal Qila (o Red Fort in inglese).

Il complesso risale al XVII secolo e per la sua costruzione si è fatto largo uso di pietra arenaria rossa, da cui deriva il nome di questa possente fortezza.

Dalla biglietteria, si cammina per quasi due chilometri di fianco al fosso che costeggia le imponenti mura fortificate, prima di arrivare al principale portale di accesso per i turisti.

Trono dell'imperatore
Diwan-i-Am

Poco dopo l'entrata al Forte Rosso si trova il Diwan-i-Am, il padiglione delle udienze imperiali, dove spicca il trono dell'imperatore, una struttura realizzata in marmo bianco decorato con fini bassorilievi.

Palazzi di marmo del Forte Rosso Diwan-i-Khas
Bassorilievi nel marmo Palazzi Forte Rosso
Soffitto decorato
Nel Forte Rosso ci sono una serie di padiglioni in marmo bianco decorato con bassorilievi ed intarsi, che avevano diverse funzioni. Il Mumtaz Mahal ed il Rang Mahal erano residenze per le donne, mentre il Khas Mahal conteneva le camere imperiali, con stanze da letto e camere per la preghiera. Particolarmente bello è il Diwan-i-Khas, o sala delle udienze private, riccamente decorato ed utilizzato per riunioni ministeriali.
Marmo decorato Colonne di marmo con intarsi
Marmo intarsiato

Gli intarsi nel marmo sono vere e proprie opere d'arte che hanno richiesto un lavoro lungo e paziente.

Per disegnare un solo stelo del fiore, potevano essere necessari decine di piccoli frammenti di pietra, che venivano composti con una tale maestria da far sembrare il soggetto verniciato sopra il marmo piuttosto che intarsiato.

Alcuni intarsi sono stati realizzati con pietre preziose come i lapislazzuli, mentre non erano rare le decorazioni integrate con lamine d'oro, poi purtroppo trafugate nei secoli successivi.

Moti Masjid
Il Moti Masjid, o Moschea delle Perle, fu costruita nel 1659, come moschea privata di Aurangzeb, successore di Shah Jahan. Presenta tre cupole di marmo bianco ed una facciata simile ad un muro di cinta fortificato.
Haveli
Il Rashtrapati Bhavan è la residenza del Presidente dell'India e l'accesso ai visitatori non è quasi mai consentito: si può però ammirare l'enorme cupola da una certa distanza. Intorno sorgono altri edifici governativi risalenti allo scorso secolo e con una breve passeggiata si può raggiungere l'India Gate, un arco di trionfo alto 40 metri edificato alla memoria dei soldati indiani caduti nella prima guerra mondiale.
Haveli
Il Memoriale Raj Ghat è un mausoleo di Mahatma Gandhi e consiste in una piattaforma di marmo posizionata dove fu cremato il 31 gennaio 1948. Intorno si apre un bel giardino ed il luogo ispira una sensazione di pace e serenità.
Tempio Shikh Soffitto coperto di lamine d'oro
Tempio Shikh a Delhi

Durante un viaggio a Delhi bisognerebbe cogliere l'opportunità di visitare almeno un tempio.

Il tempio Shikh a Delhi è particolarmente suggestivo: presenta un ingresso in marmo bianco decorato con motivi floreali, mentre il soffitto della camera di preghiera è completamente ricoperto di lamine d'oro.

Nel cortile, un ghat (banchina a gradoni) conduce verso acque sacre dove i fedeli recitano preghiere e formule magiche.

Come in gran parte dei templi in India, anche nel tempio di Shikh è vietato fotografare nella sala principale e lungo la riva del ghat.

Mausoleo di Humayun
Tomba di Humayun
La Tomba di Humayun è un mausoleo dell'imperatore moghul Humayun, voluto dalla moglie e risalente al XVI secolo. E costruito in pietra arenaria rossa e marmo bianco ed include un giardino in classico stile persiano, con una grande vasca e canali per trasportare l'acqua. L'edificio principale è costruito su una piattaforma rialzata e presenta una facciata con numerose nicchie e geometria simmetrica.

L'uso contemporaneo della pietra arenaria rossa e del marmo bianco crea contrasti fortemente decorativi che esaltano la simmetria della struttura.

Cenotafio di Humayun
Il cenotafio di Humayun occupa da solo la camera mortuaria principale. La tomba vera e propria, come consuetudine per i moghul, è costituita in una cripta sottostante. Successivamente il mausoleo è stato utilizzato anche per i cenotafi della moglie dell'imperatore e per gli altri componenti della famiglia reale.
Qutb Minar

Una importante attrazione turistica a Delhi, da non perdere assolutamente, è il complesso archeologico di Qutb risalente al XII secolo. Tra le rovine spicca il minareto di Qutb (o Qutb Minar), una imponente costruzione in mattoni alta 72,5 metri, la cui cima quasi si perde nella foschia tipica di Delhi. Il minareto misura 14,32 metri di diametro alla base, ma appena 2,75 metri in cima. Presenta balconate in corrispondenza di ogni piano e bellissimi bassorilievi.

Minareto di Qutb
Minareto mai ultimato
Nel complesso archeologico di Qutb si nota anche il basamento di un altro imponente minareto mai ultimato.
Moschea della Potenza dell'Islam

La Moschea della Potenza dell'Islam, o Quwwat al-Islam Masjid, è la più antica moschea con cortile presente in India e risale alla fine del XII secolo. Il vasto porticato presenta colonne e cupole finemente intarsiate con motivi tipici della tradizione indiana.

Quwwat al-Islam Masjid
Il complesso archeologico di Qutb, con l'imponente minareto che domina l'orizzonte.
Iltutmish tomb
Tomba di Iltutmish

La tomba di Iltutmish, risalente all'inizio del XIII secolo, ospita le spoglie del terzo sultano di Delhi e consiste in un edificio di arenaria rossa ricoperto di bassorilievi e di motivi calligrafici, mentre la tomba è in marmo bianco.

° ° °

° ° °

Rajasthan: cosa vedere, la guida completa

I viaggi di Viaggio-Vacanza

Diari di viaggio e Blog

Contatti | Chi siamo | Informativa privacy


Questo sito e' protetto da copyright, si prega di contattare gli autori prima di riutilizzare il materiale in esso presente. Tutte le fotografie sono degli autori, salvo dove espressamente indicato.