Agra: Taj Mahal e Forte Rosso

India | Uttar Pradesh |

Il Taj Mahal non ha bisogno di presentazioni: considerato una delle meraviglie del mondo, è l'attrazione turistica più visitata di tutta l'India per la sue imponenza e l'affascinante storia, mentre il Forte Rosso di Agra stupisce per le sue possenti costruzioni.

AGRA: COSA VEDERE - TUTTE LE FOTO E LE INFORMAZIONI

Agra si trova in India, nello stato federale dell'Uttar Pradesh, a tre ore di strada da Delhi e cinque da Jaipur. Sebbene Agra non si trovi nel Rajasthan, la città viene frequentemente inserita nei tour in questo Stato federale, sia perché si trova lungo una delle strade che collega Delhi a Jaipur (è quindi comoda da raggiungere), sia perché il Taj Mahal è una attrazione assolutamente imperdibile durante qualsiasi viaggio in India. Se non viaggiate con auto ed autista, Agra si può raggiungere anche in treno sia da Delhi, sia da Jaipur, mentre non ci sono al momento voli passeggeri che operano sul locale aeroporto.

Pertanto, se la vostra domanda è "è possibile visitare il Taj Mahal durante un tour in Rajasthan?", la risposta è assolutamente si, a patto che si viaggi tra Jaipur e Delhi in auto e non in aereo. Basta solo aggiungere un pernottamento ad Agra nel vostro itinerario, ed il gioco è fatto. Ovviamente è possibile inserire la tappa ad Agra sia all'inizio, sia alla fine del viaggio, a seconda che il vostro tour in Rajasthan segua un percorso rispettivamente in senso orario o anti orario.

Volendo, per chi non deve proseguire per Jaipur, il Taj Mahal può essere visitato anche con una escursione giornaliera da Delhi con andata al mattino e rientro di sera. Le opzioni sono comunque piuttosto flessibili, quindi troverete sicuramente il modo di inserire Agra nell'itinerario, basta avere solo un po' di tempo in più (una notte) ed un piccolo budget aggiuntivo.

Sebbene il Taj Mahal sia l'attrazione più conosciuta, la città offre anche il magnifico Forte Rosso di Agra, un complesso risalente al XVI secolo, che comprende possenti bastioni e palazzi in marmo ed arenaria rossa, riconosciuti Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Se avete un'ora di tempo in più, vale la pena visitare anche la città vecchia di Agra con il suo Kinari Bazar, un antico mercato che pullula di attività di ogni tipo. Degni di nota, anche i giardini ed i mausolei lungo le rive del fiume Yamuna, che offrono anche viste sul Taj Mahal da una angolazione diversa.

Per visitare Agra, il Taj Mahal ed il Forte Rosso occorre almeno mezza giornata. A seconda del periodo dell'anno, potrebbe essere particolarmente suggestivo visitare il Taj Mahal all'alba e/o al tramonto per i riflessi colorati del sole sul marmo: a tal proposito, il periodo migliore per andare al Taj Mahal è tra ottobre e novembre o tra febbraio e aprile (invece durante il monsone umido o nel breve inverno, rispettivamente le nuvole e la nebbia, potrebbero nascondere il sole impedendo di gustarne gli effetti). Spesso i turisti programmano più visite al giorno, all'alba, durante la giornata ed al tramonto, per poter ammirare il Taj Mahal con luci diverse.

Attenzione: il Taj Mahal è chiuso il venerdì.

Ma adesso vediamo un po' di foto del Taj Mahal e del Forte Rosso di Agra scattate durante il nostro viaggio in India.

Porta meridionale per il Taj Mahal
Arenaria rossa decorata con inserti in marmo bianco Portale di accesso al Taj Mahal

Il tour ad Agra inizia al mattino intorno alle 9, visitando l'attrazione principale e più famosa di tutta l'India: il Taj Mahal. Per evitare al meglio la folla di turisti, soprattutto dei grandi gruppi di indiani e stranieri, è meglio programmare la visita al mattino presto e non durante le ore centrali della giornata. Condizioni meteorologiche permettendo (assenza di nebbia o nuvole, requisiti generalmente garantiti tra ottobre-novembre e marzo-aprile, ma rari negli altri periodi dell'anno) si può entrare all'alba, quando ci sono meno turisti ed il marmo si colora di intense tonalità.

Accedo al Taj Mahal dalla porta meridionale, un imponente edificio in arenaria rossa, decorato con pannelli di marmo bianco intarsiato. Attraverso l'apertura centrale appare, come un miraggio, la maestosa sagoma del Taj Mahal, così candida e possente, da non sembrare vera.

Taj Mahal
Il Taj Mahal è uno dei monumenti più conosciuti e fotografati al mondo, a tutti sarà capitato almeno una volta di vedere immagini o documentari del Taj Mahal. Ma nonostante la sua sagoma sia più o meno presente nell'immaginario di tutti, è difficile descrivere ciò che si prova quando ci si ritrova davanti a questo colossale monumento: il Taj Mahal è così maestoso, che nessuna foto può comunicarne la reale imponenza.
Porta meridionale per il Taj Mahal
Il Taj Mahal è alto come un palazzo di 20 piani ed è immerso in una scenografia mozzafiato, circondato da giardini, vasche e fontane che creano simmetrie perfette. Forse non tutti lo sanno, ma il Taj Mahal è un mausoleo, ovvero un monumento funebre che l'imperatore Shah Jahan ha voluto per ospitare le spoglie della moglie Mumtaz Mahal (letteralmente, "la prediletta del palazzo") sposata nel 1612 e scomparsa nel 1631 dando alla luce il 14esimo figlio. Il lavori iniziarono nel 1632 e si conclusero una ventina di anni dopo.
Vista del Taj Mahal

Il Taj Mahal sorge sopra un enorme basamento in marmo bianco di Makrana, alto 7 metri e di forma quadrata con lati di 102 metri. Si accede attraverso un corridoio ed una scalinata, dopo aver coperto le scarpe con morbidi calzari dati in dotazione, per non graffiare il pavimento.

Taj Mahal Basamento del Taj Mahal
Agra Nicchia nel Taj Mahal
Facciata del Taj Mahal
L'edificio principale del Taj Mahal consiste in un sepolcro a pianta quadrata interamente rivestito di blocchi di marmo di Makrana, con lati di 56 metri che corrispondono esattamente all'altezza totale della struttura. La facciata presenta una grande nicchia centrale alta 19 metri circondata da intarsi con motivi floreali ed iscrizioni coraniche intarsiate in marmo nero. Ai lati della nicchia principale sorgono nicchie minori disposte su 2 piani.
Porte di accesso al Taj Mahal
L'architettura del Taj Mahal è simmetrica e sul lato orientale ed occidentale si trovano ulteriori portali di accesso.
Bassorilievo al Taj Mahal Decorazioni Taj Mahal
I bassorilievi e gli intarsi sono assolutamente stupefacenti e si trovano lungo tutta la facciata.
Turisti al Taj Mahal
Ombra del minareto Minareto del Taj Mahal

Ai quattro angoli del basamento, intorno al sepolcro, sorgono altrettanti imponenti minareti alti ben 44 metri, anch'essi rivestiti di lastre di marmo di Makrana, che proiettano lunghe ombre sul Taj Mahal.

Tomba nel Taj Mahal Dentro il Taj Mahal
Interno del Taj Mahal Marmo Taj Mahal
L'interno del Taj Mahal. Il sacrario consiste in una camera mortuaria circondata da schermi di lastre di marmo traforate con incredibile maestria ed intarsiate con motivi floreali ottenuti tagliando opportunamente altre pietre, anche preziose. Come si usa nelle tombe imperiali Mughal, i cenotafi si trovano nella camera mortuaria, mentre le vere tombe sono custodite in una cripta sotterranea.
Intarsi nel marmo Taj Mahal
Gli stupefacenti intarsi nel marmo, con motivi a forma di cuore, che decorano l'interno del mausoleo e che rappresentano il culmine dell'arte Mughal: per realizzare un solo petalo potevano essere necessari fino a 60 minuscoli frammenti di pietra, collocati con una tale precisione da sembrare un pezzo unico.
Fiume Yamuna Yamuna
Il lato settentrionale del Taj Mahal si affaccia sul fiume Yamuna.
Giardino del Taj Mahal Pappagallo tropicale
Il giardino del Taj Mahal si trova tra il portale meridionale ed il mausoleo e, diversamente dall'architettura classica Mughal, l'edificio principale non è al centro del giardino stesso. Il canale d'acqua centrale invece divide simmetricamente il lato occidentale e quello orientale.
Forte Rosso
Tra le cose da vedere a Agra, non deve assolutamente mancare il Forte Rosso, o Lal Qila, un complesso di palazzi che sorge non lontano dal Taj Mahal. L'ingresso dal quale entrano i visitatori è chiamato Amar Singh Gate.
Lal Qila Bastioni del Forte Rosso di Agra
Il Forte Rosso di Agra risale al XVI secolo ed è così chiamato per il colore della pietra arenaria utilizzata per il possente muro di cinta e per gli edifici contenuti al suo interno.
Porta di Akbar
Akbari Darvaza

Superato il primo ingresso, oltre il ponte levatoio, si innalza la maestosa ed elegante Porta di Akbar (Akbari Darvaza) attraverso la cerchia interna di mura.

Si accede quindi ad una ampia corte sulla quale si affacciano porticati ed edifici. Non tutte le parti del Forte Rosso sono aperte al pubblico, ma i 2/3 sono inaccessibili ed utilizzate dall'esercito indiano.
Khas Mahal Palazzo privato dell'imperatore
Edificio in marmo bianco Torre del re
La parte più importante e spettacolare del Forte Rosso è il complesso di palazzi noto come Khas Mahal (palazzo privato), destinato al tempo libero dell'imperatore e della sua famiglia. Vi si accede attraversando un ampio giardino con una cisterna centrale.
Gli interni del Khas Mahal, con pareti e soffitto finemente decorati da bassorilievi ed intarsi.
Jahangiri Mahal
Palazzo Jahangiri Cortile del palazzo
Tecniche di costruzione d'epoca
Il Jahangiri Mahal è un ampio edificio che Akbar fece costruire per il figlio, impiegando arenaria rossa decorata da inserti in marmo bianco. Dal grande portale di accesso si arriva ad uno splendido cortile sul quale si affacciano diversi palazzi ed un porticato con colonne e capitelli finemente scolpiti. Gli edifici sono un vero e proprio campionario sulle tecniche costruttive dell'epoca, con pilastri e rinforzi che sorreggono il soffitto ed il piano successivo.

° ° °

° ° °

Rajasthan: cosa vedere, la guida completa

I viaggi di Viaggio-Vacanza

Diari di viaggio e Blog

Contatti | Chi siamo | Informativa privacy


Questo sito e' protetto da copyright, si prega di contattare gli autori prima di riutilizzare il materiale in esso presente. Tutte le fotografie sono degli autori, salvo dove espressamente indicato.