Tour a Potosi in Bolivia

17 Agosto 2003 

Potosì è la città più interessante della Bolivia ed una delle più affascinanti di tutto il Sud America. Con i suoi 4050 metri di altitudine, Potosì è una delle città più elevate del mondo e tra i monti circostanti, come se tale altitudine non bastasse, ospita alcune miniere di argento dove i minatori lavorano in condizioni estremamente precarie. Molto interessante il Museo della Moneta e gli edifici del centro in stile coloniale.

Potosi, Bolivia
Potosì è una bella città in stile coloniale, dichiarata dall'UNESCO "Patrimonio Mondiale dell'Umanità" e, con una popolazione di circa 100000 abitanti, si trova ad una altitudine di 4050 metri. Le miniere, molto ricche di svariati minerali, tra cui anche l'argento, sono state di fondamentale importanza per la storia della città e costituiscono tuttora una delle principali risorse.
Casa della Moneda, Potosi, Bolivia
Casa della Moneda, Potosi, Bolivia
La visita inizia con una escursione nel museo "Casa Della Moneda" che ospita antichi macchinari utilizzati per coniare le monete, oltre a molti altri reperti riguardanti la storia della città. Nelle foto, la facciata esterna del museo ed un patio interno.
All'interno del mueso, una piccola galleria d'arteospita dipinti di vari autori.
La Vergine della Montagna
La "Vergine Della Montagna" è uno dei dipinti più importanti, in quanto illustra in forma figurativa, la storia e le risorse di Potosì, con particolare riferimento alle miniere. La spiegazione completa si trova nella foto di destra (solo in Inglese).
Matrice per stampare le monete

Molte teche, come quella raffigurata in alto a destra, contengono le matrici per stampare le monete. Sono moltissime, di varie forme e dimensioni, con molti disegni diversi. Gli Spagnoli stampavano le monete qui, e quindi le trasportavano in Europa all'interno di forzini a prova di dinamite.
Questi macchinari venivano utilizzati per assottigliare la lamina di metallo prodotta dalla fonderia, dalla quale ricavare le monete. Al fine di ottenere lo spessore idoneo, erano necessari fino a 12 passaggi successivi in altrettante "presse". Quest'utlime venivano azionate da 4 muli posizionati al piano di sotto, che vacevano ruotare l'asse centrale della macchina (foto in basso a sinistra).
Nella foto a sinistra, gli strumenti utilizzati per stampare le monete (il lavoro veniva effettuato manualmente). Nella foto a destra, il forzino utilizzato per il trasporto delle stesse. Come visibile sotto il coperchio, il sistema di chiusura è una vera e propria opera di ingegneria e per essere sbloccato richiede un movimento particolare della chiave, effettuato con una sequenza ben precisa.
Museo della zecca, Potosi, Bolivia
Con l'avvento delle macchine a vapore, le vecchie presse azionate dai muli vengono sostituite con sistemi più moderni.
Potosi, Bolivia Miniera di argento, Potosi, Bolivia
Potosi, Bolivia
Foto miniere di argento in Bolivia. La giornata continua con una escursione all'interno delle miniere, a quota 4350 metri, sulla grande montagna che fa da sfondo a molti quartieri di Potosì (in alto a sinistra). Veniamo tutti vestiti da minatori, con tuta, scarponi e lampada in testa (in alto a destra). Dall'ingresso nella miniera si ha una bella vista sulla sottostante Potosì (in basso a sinistra) e sull'area contenente i vecchi moduli abitativi dei minatori (in basso a destra).
Miniera di argento, Potosi, Bolivia
Foglie e sigarette di coca

A sinistra, l'inquietante e stretto ingresso nella montagna. A destra, l'offerta da portare ai minatori: foglie di coca, catalizzatori (per amplificare l'effetto delle foglie), sigarette "truccate" e candelotti di dinamite.
Miniera di argento in Bolivia
Ci addentriamo negli stretti cunicoli della miniera. Un operaio tra effettuando un foro, ovviamente a mano, con martello e scalpello, per piazzare una carica esplosiva. Lui impiega mediamente 3 ore a foro... ho provato a dare qualche martellata, ma credo che per fare la stessa cosa, io impiegherei 3 giorni.
Miniera di argento in Bolivia Miniera di argento in Bolivia
Miniera di argento in Bolivia


I cunicoli della miniera sono molto stretti, spesso non è possibile camminare in piedi.
Minatore in Bolivia
Foto minatore in Bolivia. Un operaio si imbottisce la bocca di foglie di coca, per non sentire la fatica ed il dolore. Il salario degli operai dipende da quanto minerale estraggono, non da quante ore lavorano, ed il loro stipendio medio è di soli 150 dollari al mese. Gli infortuni ed i decessi sono frequenti, così come le malattie che spesso portano alla morte dopo soli 10-15 anni di lavoro.
Miniera di argento in Bolivia
A sinistra, il "Dio" delle miniere, al quale vengono fatte offerte dagli operai per placare la sua ira. Sopra,una vena di minerale.
Potosi, Bolivia
Potosi, Bolivia

Uscito dalle miniere, un pò stravolto per aver visto quelle cose, faccio un giro a piedi tra le accoglienti vie e piazze di Potosì.
Potosi, Bolivia Potosi, Bolivia
Le desolate vie della periferia (foto a sinistra) contrastano con i bellissimi edifici, chiese, e musei che si trovano nel centro della città.

° ° °

° ° °

Indietro - Altri Viaggi

Tour in Peru Bolivia e Cile - home page

Contatti | Chi siamo | Informativa privacy


Questo sito e' protetto da copyright, si prega di contattare gli autori prima di riutilizzare il materiale in esso presente. Tutte le fotografie sono degli autori, salvo dove espressamente indicato.